1 . Visita di Amalfi (mezza giornata)

La capitale della Costiera Amalfitana

Amalfi
Amalfi è la località di punta della Costiera Amalfitana, che è quel tratto di costa di circa 40 Km che inizia da Vietri Sul Mare e termina a Positano, situato nella provincia di Salerno della regione Campania, circa 200 Km a sud di Roma.
Si tratta di un territorio noto in tutto il mondo innanzitutto per la straordinaria bellezza dei luoghi, caratterizzati da imponenti montagne – alte fino a 1444 mt – che strapiombano in mare creando un paesaggio unico, dichiarato dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità.
Ad arricchire questo paesaggio contribuiscono i tantissimi monumenti lasciati sul territorio dalle popolazioni che lo hanno abitato nel corso dei secoli. Ovunque, infatti, ci sono ville romane, edifici e chiese medioevali e tante altre testimonianze che raccontano la gloriosa storia di questo territorio, che è stato la più Antica Repubblica Marinara d’Italia ed ha donato al mondo invenzioni importanti, come la bussola ed il primo codice della navigazione, al punto da meritare l’inserimento del suo simbolo (la croce ad 8 punte) nella bandiera nazionale.
Oggi il territorio è articolato in 13 piccoli borghi (Amalfi è quello centrale), che hanno mantenuto intatte sia l’architettura medievale sia le tradizioni ed i costumi di un tempo.
Si tratta, nell’ordine, dei borghi di: Vietri Sul Mare, Cetara, Maiori, Tramonti, Minori, Ravello, Atrani, Scala, Amalfi, Conca dei Marini, Furore, Praiano e Positano.
Il viaggio ad Amalfi, quindi, è un viaggio alla scoperta di questi luoghi, ciascuno dei quali ha qualcosa di particolare da raccontare.
È un viaggio che consigliamo di fare soggiornando in uno dei suoi borghi perché è l’unico modo per testarne fino in fondo gli stili di vita e l’indiscussa qualità da tutti i punti di vista (clima, aria, cibo etc.).
È un viaggio che non può non iniziare con la visita della sua capitale: Amalfi.
Durata della visita
Soggiornando da noi, potrai visitarla comodamente a piedi in mezza giornata.
Itinerari consigliati
Ti proponiamo 2 percorsi, che troverai anche sulle mappe in distribuzione presso la reception dell’albergo.
Percorso rosso.
Il percorso rosso è quello che ti consentirà di visitare la parte più antica ed autentica della città, ossia i suoi vicoli. Amalfi, infatti, fu edificata lungo gli argini del fiume Canneto, che ancora oggi scorre sotto il corso principale della città, da cui è stato ricoperto solo sul finire del 1800. La vera Amalfi, quindi, è quella che potrai conoscere solo addentrandoti nei sui vicoletti laterali, che costituiscono un vero labirinto, nel quale è anche difficile orientarsi. E’ una passeggiata che potrai fare in assoluta sicurezza perché la nostra città non ha alcun problema da questo punto di vista. Seguendo il percorso rosso impiegherai circa 1 ora e visiterai, nell’ordine, Via delle Repubbliche Marinare, il Pannello di Diodoro Cossa, la Piazza Municipio, il Supportico S. Andrea, la Cappella di S. Anna la Piccola, il Largo Filippo Augustariccio, la via dei Prefetturi, la Chiesa di S. Anna, la Chiesa di S. Maria Maggiore, la Chiesa dell’Addolorata, la Salita Bonelli, la via S. Simone, la salita A. Tirabassi, la Chiesa di S. Lucia, il Supportico Rua, la Piazza Spirito Santo, i Ruderi della Chiesa di S. Spirito, il Palazzo Castriota, la via F. M. Pansa, la via Ercolano Marini, la Chiesa del Carmine, il vico dei Pastai, la via Mastalo Duca, la Salita Ruggiero II, la Chiesa di S. Giuseppe e la Piazza dei Dogi.
Percorso giallo.
Il percorso giallo è quello che ti consentirà di far visita ai due monumenti più importanti della città (il Duomo di Sant’Andrea Apostolo e l’Arsenale della Repubblica) e di fare una passeggiata panoramica lungo il fronte mare.
Per farlo impiegherai circa 2 ore e visiterai, nell’ordine, Piazza Duomo, il Duomo di Sant’Andrea Apostolo, la Porta della Marina, il Pannello di Renato Rossi, gli Antichi Arsenali della Repubblica, il Largo Cesareo Console, il Vicolo Masaniello, la Salita S. Nicola dei Greci, la Via Annunziatella, la Chiesa di S. Biagio, l’Albergo Cappuccini, il Chiostro di S. Pietro della Canonica, la Passeggiata Longfellow, la Salita S. Caterina ed il Lungomare dei Cavalieri.
Altri suggerimenti
Consigliamo di abbinare la visita di Amalfi con la Passeggiata in Valle delle Ferriere, dedicando la mattina a quest’ultima ed il pomeriggio alla prima.
Nei mesi da aprile a ottobre, il giorno migliore per effettuare queste visite è il mercoledì per gli ospiti di lingua inglese ed il sabato per gli italiani. Sono questi, infatti, i giorni della settimana in cui il programma Racconti del territorio fa tappa ad Amalfi.

Verifica Disponibilità
Torna in cima